”Cinque ospedali di dimensioni medio-grandi, dai 350 ai 700 posti letto, al servizio di bacini di utenza molto larghi, sono la risposta piu’ evoluta e moderna al bisogno di superare la concezione di una rete ospedaliera traballante, precaria e obsoleta”.

Cosi’ il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola presentando oggi in conferenza stampa, insieme agli assessori alle Politiche della Salute Ettore Attolini e alle Opere Pubbliche Fabiano Amati la programmazione della nuova rete ospedaliera, che prevede la costruzione di cinque grandi ospedali di ultima generazione che sorgeranno nel territorio della Bat, del Nord Barese, lungo la direttrice Bari-Brindisi, a Taranto e nel Sud Salento, per un finanziamento complessivo di 522 milioni di euro. ”In tutte le citta’ – ha continuato Vendola – noi dobbiamo continuare a implementare la rete dei servizi socio-assistenziali territoriali. I vecchi piccoli ospedali si stanno trasformando in contenitori di servizi nei confronti dei cittadini, in luoghi utili per diventare case della salute, in poliambulatori e consultori. Oggi, invece, presentiamo con un finanziamento previsto di 522 milioni di euro cinque nuovi ospedali, che insieme all’ospedale della Murgia e insieme a tutte le strutture che stanno sorgendo da una importante attivita’, che e’ anche attivita’ edilizia, definiscono una rete ospedaliera evoluta, moderna e di grande qualita”’.