Foto Antonio Castelluzzo“Candidarmi alle primarie? Io sono a disposizione”. Cosi’ Nichi Vendola presidente di Sinistra ecologia liberta’, in due interviste a ‘La Repubblica’ e a ”L”Unita’, chiarisce la sua posizione sulle primarie del centrosinistra.

“Non sono nato candidato delle primarie a vita -prosegue il leader di Sel – e’ una scelta che si compie collettivamente, non sono un ragazzo in carriera. Ne’ sono roso da ambizioni personali”. “Qualora per rendere credibili le primarie, per dar vita a una contesa vera, e qualora servisse per mettere in relazione una piattaforma programmatica con le istanze della sinistra, io non mi sottrarro’. Le primarie -prosegue Vendola – possono essere l’occasione per un ascolto, per una contaminazione, per una forte messa in relazione tra politica e societa’. Vendola, inoltre, considera “l’appuntamento della Fiom di ieri un passo in avanti, perche’dopo tanto tempo le sinistre sono tornate a parlarsi. Sono cosi’ disabituate a farlo -dice a ‘L’Unita”- che sono ricorse ai toni incandescenti, e vorrei invitare tutti a non rimanere prigionieri della diffidenza, della propaganda di partito, delle bandierine personali. Ora dobbiamo lavorare insieme per mettere in campo un’alternativa vincente che rompa il muro dell’antipolitica, dobbiamo unire le nostre passioni e idee su come rilanciare l’Italia in un’ Europa che ha un drammatico bisogno di sinistra.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 − 12 =