Avrebbe abusato di una ragazzina di appena 8 anni all’interno di una piazza di Ugento e con l’accusa di violenza sessuale aggravata un 74enne del posto è stato rinviato a giudizio. Il processo si aprirà il prossimo 5 novembre davanti ai giudici della seconda sezione penale.

E’ quanto deciso dal gup Antonia Martalò che ha recepito le istanze del pm Carmen Ruggiero. Gli episodi finiti sotto la lente d’ingrandimento della Procura si sarebbero verificati sino al 31 gennaio del 2008. L’anziano, con le scuse più disparate, avrebbe avvicinato la bambina e avrebbe abusato di lei in un luogo appartato. In una circostanza, gli abusi avrebbero anche provocato una perdita di sangue alla presunta vittima. La stessa, dopo alcuni mesi, si è confidata con i propri insegnanti consentendo ai servizi sociali e ai carabinieri di accertare come l’anziano avrebbe abusato della ragazzina insieme ad altre due persone. La posizione di questi ultimi, però, è stata archiviata dal pm in fase di indagine. Secondo quanto accertato, anche altre due ragazzine sarebbero state palpeggiate ma il loro racconto non è stato ritenuto credibile. La presunta vittima, invece, è stata ascoltata nel corso di un incidente probatorio e una visita ginecologica ha evidenziato delle abrasioni nella parte vaginale. L’avvocato difensore Alberto Ghezzi ha chiesto un risarcimento danni per 500 mila euro. Il legale dell’anziano, invece, aveva sollecitato il non luogo a procedere per il suo assistito.

CONDIVIDI