Nella tarda mattinata di oggi, a Gallipoli, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia in collaborazione con i colleghi della Stazione gallipolina hanno arrestato, in flagranza di reato per minaccia aggravata e resistenza a pubblico ufficiale, Maggio Claudio, 50enne del posto.

Tutto è iniziato dopo le 8:00 circa, all’interno di uno dei magazzini all’ingrosso del pesce, di proprietà di un parente dell’arrestato, era in corso un controllo igienico sanitario effettuato da personale dell’U.S.L. di Maglie – servizio veterinario, sul pescato nel frattempo presente. Sin dall’arrivo dei medici, l’animo dei presenti si era surriscaldato, a tal punto che, durante il controllo, è dovuta intervenire anche una pattuglia di Carabinieri nel frattempo allertata tramite il servizio di Pronto intervento 112. L’ispezione al magazzino a quel punto proseguiva senza alcun problema, sino a quando i dottori dell’U.S.L. non ini ziavano a sanzionare il proprietario del magazzino: immediatamente l’arrestato iniziava ad alterarsi notevolmente, impugnando un coltello utilizzato per il taglio di grossi tranci di pesce, con una lama della lunghezza di 32 centimetri e larga ben 8,5 centimetri, il tutto con il chiaro intento di scagliarsi contro i Pubblici Ufficiali che stavano lavorando. Il pronto intervento dei militari dell’Aliquota Radiomobile, grazie ad una loro fulminea reazione, impediva che l’intenzione del MAGGIO C. non fosse portata ad ulteriori gravi conseguenze. Il coltello veniva quindi sottoposto a sequestro; l’arrestato,  sentito il magistrato di turno e dopo le formalità di rito presso il Comando Compagnia di Gallipoli, veniva associato presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

7 + 10 =