I “Gruppi Uniti Tutela e Giustizia per le Vittime della Strada” in linea con gli scopi sociali, con il Patrocinio delle Regione Puglia, della Provincia di Lecce, del Comune di Lecce e del Comune di Corigliano d’Otranto, con la collaborazione dell’A.C.I. provinciale di Lecce, delle C.R.I., del CSV Salento e delle Associazioni di Volontariato, il giorno 13 luglio 2012 organizzano il “5° Memorial Enrico Pagliara – Un Gran Galà delle Stelle” per ricordare Enrico, tutte le vittime della strada e gli amici volati in cielo a causa dell’incidentalità stradale.
Enrico giovane leccese, ragazzo pieno di vita,

impegnato nel volontariato e nell’assistenza a favore delle persone in svantaggio sociale, amante dello sport e grande tifoso della sua unica squadra del cuore, “il Lecce”, è volato in cielo alla giovane età di 23 anni la notte tra il 12 e il 13 luglio 2007, a seguito di un tragico incidente stradale sulla strada che porta a San Cataldo nella zona “Fondone”. Di quell’incidente ancora oggi non è chiara la dinamica che ha portato fuori strada l’auto di Enrico. Le responsabilità non sono mai emerse anche se non si esclude che la causa dell’uscita di strada dell’auto sia dovuta all’abbagliamento di fari di un’auto che arrivando in senso contrario aveva invaso la corsia.
La sua mamma, la signora Tina Falco, Presidente dell’Associazione, ogni anno nel giorno della sua scomparsa lo ricorda insieme a tutte le vittime della strada con gli amici e con quanti vogliono partecipare all’evento organizzando un evento sportivo e culturale.

Descrizione dell’evento
L’evento quest’anno sarà diviso in due giornate. La prima giornata si terrà a Corigliano d’Otranto presso il Palazzetto dello sport “Don Bosco” il giorno 10 luglio 2012 dalle ore 20.30 con “Un Gran Galà delle Stelle” dove si esibiranno gli atleti dell’Associazione di pattinaggio A.S.D. di Lecce coordinata dalla Maestra Raffaella Leone. La seconda giornata che si terrà presso il Palazzetto dello Sport della Provincia “San Giuseppe di Copertino” situato sulla Via di Merine di Lecce il giorno 13 luglio 2012 con inizio alle ore 17.00, vedrà impegnate in un torneo di calcetto dedicato al “5° Memorial Enrico Pagliara”, le squadre di Amministratori e personale della Provincia di Lecce, del Comune di Lecce, del Comune di Corigliano d’Otranto e una formazione di amici di Enrico, che si affronteranno in un minitorneo di calcio a cinque, in partite da 30 minuti, con intervallo di 15 minuti. Al termine del torneo avverrà la premiazione degli atleti. Alle ore 19.30 nella Chiesa di Santa Lucia, in via Asti a Lecce, sarà celebrata una S. Messa in suffragio di Enrico e di tutte le vittime della strada. Il servizio d’ordine e di assistenza alla viabilità, sarà assicurato dai gruppi della Protezione Civile di Lecce e Corigliano d’Otranto. Assistenza Sanitaria a cura della Croce Rossa con un’ambulanza.

Le serate saranno condotte da un noto personaggio dello sport o dello spettacolo salentino. Negli intervalli delle partite verranno presentati spot e filmati riguardanti la sensibilizzazione sulla sicurezza stradale e immagini per ricordare tutte le vittime della strada. A cura della Croce Rossa Italiana e dei volontari impegnati giornalmente nel soccorso, sarà presentata la simulazione di intervento su un traumatizzato da incidente stradale. A cura dei soci dell’Associazione Free Bikers Onlus di Tricase (Le), nell’area prospiciente il Palazzetto dello Sport sarà effettuata una dimostrazione di guida sicura motociclistica, per far comprendere che andare in moto si può andare senza trasgredire. Inoltre nelle aree adiacenti i palazzetti dello sport  saranno allestiti stand di propaganda delle Associazioni partecipanti.
Lo scopo  di questo evento, oltre che ricordare Enrico e tutte le vittime della strada, rientra nelle iniziative che l’A.G.U.V.S. da tempo ha intrapreso a favore della educazione sulla sicurezza stradale. Il nostro obiettivo primario è  di sensibilizzare i giovani verso l’importanza di assumere comportamenti corretti sulle strade, del rispetto verso se stessi e verso gli altri, contro l’omologazione, per una “trasgressione” positiva, che significhi dire “no” ad atteggiamenti pericolosi che sono molto spesso causa di incidenti gravissimi, “no” ad atteggiamenti di disattenzione e superficialità verso la vita e il suo profondo valore.
L’educazione stradale può dare un grandissimo contributo in tal senso, alla formazione della consapevolezza della norma come valore etico – civile, alla costruzione dell’autonomia, del senso di responsabilità, al rispetto e alla solidarietà come stile di vita. Ogni anno sulle strade Italiane si assiste ad una strage che per numero di vittime non ha nulla da invidiare ad una guerra in corso ma non dichiarata. Noi pensiamo che la sensibilizzazione si basa sul concetto di “sicurezza partecipata”, cioè sul principio che la sicurezza non è determinata solo da restrizioni, sanzioni, controlli, seppure estremamente importanti, ma soprattutto dalla partecipazione di tutti i cittadini: alla condivisione dei valori e dalla volontà di tutti di essere parte attiva a favore delle regole necessarie per una convivenza civile. La Società Civile, in particolare le Associazioni e le Istituzioni, secondo Noi, devono essere sempre impegnate a svolgere un ruolo di primo piano nella costruzione della “Cultura della sicurezza stradale”, attraverso percorsi formativi e iniziative, finalizzati allo sviluppo nei giovani del senso di responsabilità, la prevenzione dei comportamenti a rischio e l’acquisizione delle regole. Messaggi alla vita devono essere trasmessi alle giovani generazioni, tramite iniziative che possano esaltare il senso della vita e la gioia di vivere, stimolando i più alti valori morali e di solidarietà. Lo spettacolo e lo sport in particolare come tutte le discipline che animano competizione spirito di gruppo e solidarietà educa i giovani agli alti valori morali della vita.                                 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × 2 =