Presentata questa mattina la rassegna estiva di eventi della città di Tuglie, alla ventesima edizione, dal Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e dal Sindaco di Tuglie Daniele Ria, ben trentasei giorni di appuntamenti culturali per “Platea d’Estate 2012”. Binomio tra identità della comunità e cultura che pone il Salento in una posizione favorevole a superare il periodo di crisi e difficoltà.

 

Si consolida l’appuntamento estivo a Tuglie, cartellone di eventi culturali di grande richiamo per l’intero Salento, dal 23 luglio al 27 di agosto, con appuntamenti con il teatro, la danza, il cabaret, la musica e premiazioni di rassegne di prestigio.

Previsto in cartellone, difatti, il Premio Calandra, organizzato dalla omonima Compagnia Teatrale Calandra, alla settima edizione, uno degli appuntamenti più attesi nel settore teatrale, riferimento per le Compagnie in tutto il territorio nazionale, un teatro a cielo aperto per fondere il teatro con i luoghi tradizionali degli spazi consueti. Primo appuntamento il 26 con la Compagnia Naufragarmèdolce con “Finestre – pezzi di quotidiana resistenza”, il 27 con la Compagnia Il Sipario con “Tutta colpa di Moana”, il 28 attesa per Antonella Questa interprete de “Vecchia sarai tu” della Compagnia Laq-Prod, e infine il 29 serata finale condotta da Antonio Stornaiolo, con la proiezione del corto “L’isola di Lorenzo”.

Primo appuntamento già questa sera proprio con il teatro con la Compagnia La Busacca che presenta “Le Voci di Dentro”, commedia a tre tempi di Edoardo De Filippo.

Prestigioso il parterre degli ospiti in Piazza Garibaldi per la rassegna, tra cui Franco Oppini, Corinne Clery, il Balletto del Sud, Lello Arena, Lillo & Greg, l’Orchestra della Fondazione ICO “Tito Schipa” con le arie e i duetti più belli di Giacomo Puccini, e tanti altri

Non solo cultura ma anche valorizzazione della produttività di Tuglie, con le eccellenze locali: afferma il sindaco Daniele Ria “Tuglie ha la possibilità di farsi conoscere dai turisti che soggiornano sulla costa e di mostrare i suoi attrattori culturali, come il museo della radio, le colline di Montegrappa e il bellissimo centro storico, a dimostrazione che il Comune propone prodotti di qualità e si mostra operoso sia in ambito produttivo che culturale”.

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × 5 =