Agli arresti domiciliari dal dicembre scorso per tentata estorsione continuata  in danno della  propria madre, nei primi giorni di luglio, l’ha aggredita di nuovo, minacciandola, per ottenere, invano, soldi per comprarsi la droga.

Per questo motivo è stato accompagnato a Borgo San Nicola. Si tratta di M.G. 25enne di Nardò. Le manette sono scattate nel pomeriggio di ieri, in esecuzione di un ordine di ripristino della misura cautelare in carcere.

La donna, esasperata dalle continue vessazioni e richieste di denaro, ha avuto il coraggio di chiamare i carabinieri, che hanno denunciato il giovane. E così la Corte di Appello di Lecce – 2^ Sez. Penale, ha emesso il provvedimento restrittivo