Foto Antonio Castelluzzo

Ennesimo terribile incidente sulle strade salentine questa mattina, intorno alle 14 sullo scorrimento veloce Lecce – Maglie, all’altezza dello svincolo per Soleto. La stessa strada dove, appena 24 ore fa, un altro incidente ha spezzato la vita di un bimbo di 18 mesi e quella di una 21enne, baby sitter di Galatone. Il bilancio è di un morto, Andrea Pasca, 24enne di Nardò, ed una donna, sua madre, in gravi condizioni, ricoverata in ospedale.

La vittima pare si trovasse alla guida dell’auto, uscita fuori strada autonomamente, forse a causa dell’alta velocità.

La vettura, una Lancia Y,  ha sbandato, schiantandosi sul guardrail e terminando la corsa nella scarpata laterale. L’auto è poi  precipitata nel vuoto ed ha preso fuoco, estesosi poi sulle sterpaglie circostanti. Nello schianto, i due occupanti sono stati sbalzati fuori dall’abitacolo.  Le prime informazioni raccolte indicavano una persona rimasta incastrata nell’abitacolo in fiamme, ma la notizia è stata successivamente smentita.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno spento le fiamme e i sanitari del 118. Per stabilire l’esatta dinamica dei fatti, sono al lavoro gli agenti della polizia stradale.

La donna, Anna Maria De Benedittis, 51enne, di Nardò, è grave in rianimazione.

Per identificare le vittime c’è voluto molto tempo, poichè addosso non avevano documenti e quelli ritrovati in auto erano completamente bruciati. E’ stato lo zio del ragazzo, al quale gli agenti della stradale sono giunti dalla targa del veicolo, a permettere l’identificazione, avvenuta solo nel pomeriggio.

 

Foto Antonio Castelluzzo

Foto Antonio Castelluzzo

Foto Antonio Castelluzzo