foto A. Castelluzzo“Le numerose tragedie in mare verificatesi in questi ultimi giorni non hanno nulla a che vedere con la professionalità dei bagnini e con le norme di sicurezza, che sono garantite all’interno degli stabilimenti balneari”. È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, intervenendo dopo le recenti polemiche sulla sicurezza nei lidi

“Esiste una precisa normativa regionale – prosegue Buccoliero – che regola l’attività all’interno degli stabilimenti balneari, garantendo professionalità e sicurezza. Purtroppo, esistono anche i colpi bassi del destino e poco o niente possono fare defibrillatore o manovre di rianimazione contro un infarto fulminante o una brutta congestione.

Per questa ragione, puntare il dito contro gli stabilimenti balneari e contro i bagnini non solo è ingeneroso, ma finisce con il colpire una categoria che, pur tra mille difficoltà, offre qualità, professionalità e sicurezza nelle proprie strutture.

Bene si farebbe, invece di concerto con i comuni interessati, le polizie municipali e le asl di competenza, a guardare con più attenzione alle spiagge libere,spesso incustodite e alle mercé degli eventi, dotandole di strutture idonee a fornire idonei interventi di pronto intervento. Non si dimentichi, infatti – conclude Buccoliero – che proprio il tempestivo intervento dei bagnini di lidi vicini ha permesso,m in passato, di evitare tragedie nei tratti di spiaggia libera”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sette + 4 =