I Carabinieri della Stazione di Porto Cesareo sono da diversi giorni impegnati in un assiduo controllo della circolazione stradale sulla Strada Provinciale 340, quella, per intenderci, che da Porto Cesareo conduce a Torre Lapillo e che, l’anno scorso, è stata teatro del tragico evento

che ha coinvolto una giovane turista. Infatti, così come disposto dal Comando Provinciale di Lecce, anche in virtù di altri episodi eclatanti che hanno visto coinvolta la comunità cesarina, sono stati disposti servizi straordinari di controllo del territorio, che, oltre alla Stazione competente, hanno visto coinvolte altre Stazioni dipendenti dalla Compagnia di Campi Salentina. In particolare sono state le consociate di Veglie, Leverano e Carmiano a fornire il proprio supporto per garantire le massime condizioni di sicurezza proprio nella citata arteria stradale. Infatti, oltre all’implementazione del livello di sicurezza passiva della strada, si è reso necessario uno straordinario sforzo affinché la carreggiata fosse costantemente libera da auto in sosta, la cui presenza costringe i pedoni a occupare le corsie per lo scorrimento dei veicoli, ponendo a serio rischio la loro incolumità. Dal 15 giugno 60 pattuglie, impiegate per lo specifico servizio, hanno contestato a ben 86 automobilisti la violazione delle varie norme del codice della strada, con particolare riferimento al divieto di sosta e alla guida non consona alle condizioni del traffico. I controlli continueranno, anche in virtù dell’atteso incremento dei pedoni per l’imminente mese di agosto.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − sedici =