”Non tradirlo, non abbandonarlo” questo il testo degli striscioni affissi da ‘La Foresta che Avanza’, gruppo ecologista di CasaPound Italia, a Bari, Foggia e Lecce. Gli striscioni sono stati collocati lungo le principali arterie che conducono alle località balneari pugliesi e costituiscono un vero e proprio monito, rivolto dall’associazione ai vacanzieri.

 

Secondo Matteo Tricarico, responsabile foggiano della FcA, ”riguardo al problema dell’abbandono degli animali sono stati fatti dei passi in avanti negli ultimi anni, ma non bisogna abbassare la guardia, soprattutto nei mesi estivi, nei quali si raggiunge il picco di segnalazioni di abbandoni. Purtroppo ancora troppe persone considerano gli animali domestici come giocattoli da regalare ai propri figli, dei compagni di giochi di cui sbarazzarsi nel momento in cui diventano un ‘ostacolo’ per le proprie ferie”.

Il responsabile pugliese de La Foresta che Avanza, Guido Bruno, ricorda invece alcuni dati del ministero della Salute: ”In Italia, su un totale vicino ai sette milioni di cani di proprieta’, ne vengono abbandonati circa centomila l’anno e viene calcolato che l’80% di questi muore sulla strada, spesso causando incidenti automobilistici con gravi conseguenze. Ci auguriamo che la nostra campagna di sensibilizzazione possa aiutare a ottenere riscontri pratici – conclude il responsabile della FcA Puglia – ricordando a tutti che la legge 189/2004 punisce penalmente il reato di abbandono con l’arresto fino a un anno e multe da mille a diecimila euro”.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici − 4 =