L’ex presidente del Lecce calcio, Pierandrea Semeraro, figlio dell’ex patron Giovanni Semeraro, ha ricevuto un avviso a comparire dalla Procura di Bari per essere sottoposto, domani a Bari, ad un interrogatorio nell’ambito dell’inchiesta sul calcio scommesse in qualità di persona sottoposta ad indagine.

L’invito e’ firmato dal pm Ciro Angelillis. L’accusa che viene rivolta a Semeraro e’ di frode sportiva. Secondo i carabinieri e la Procura barese, tramite l’imprenditore salentino Carlo Quarta, anch’egli indagato nello stesso procedimento, avrebbe dato 230mila euro all’ex calciatore del Bari, Andrea Masiello, a Gianni Carella e Fabio Giacobbe affinche’ il Bari perdesse il derby di serie A contro il Lecce che si e’ giocato nel maggio del 2011. La partita disputata al San Nicola fu vinta dal Lecce 2 a 0 con un clamoroso autogol del difensore Andrea Masiello. Quest’ultimo, Carella e Giacobbe, arrestati lo scorso due aprile e ritornati in liberta’ da pochi giorni, durante gli interrogatori hanno ammesso di aver intascato i soldi per la vittoria del Lecce nel derby e di averli ricevuti materialmente dall’imprenditore Carlo Quarta.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

6 + tre =