Ha patteggiato un anno e dieci mesi di reclusione con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti Luigi Feliconi, 38enne di Lecce, già noto alle forze dell’ordine.

E’ la sentenza emessa dal gip Antonia Martalò, dopo che la pena è stata concordata tra il sostituto procuratore Antonio Negro e il suo avvocato difensore Giancarlo Dei Lazzaretti. L’uomo, tuttora detenuto per altri reati, venne arrestato lo scorso 11 marzo. Sarebbe ritenuto la fonte di rifornimento di alcuni assuntori galatinesi e i carabinieri hanno posto fine alla sua attività. Per verificare la fondatezza dei sospetti, i militari raggiunsero la sua abitazione. Durante l’attività di monitoraggio, proprio dall’appartamento uscirono due giovani assuntori che, perquisiti, vennero sorpresi in possesso di un grammo di eroina, già diluita in due dosi iniettabili. Avuta l’  ulteriore conferma circa l’identità del presunto spacciatore, i militari hanno perquisito subito la sua abitazione, trovando residui di droga e 250 euro in contanti, somma ritenuta provento dell’attività di spaccio.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.