Erano tenuti sotto controllo dai carabinieri del nucleo investigativo, poiché sospettati di spacciare eroina nella zona di Monteroni. L’intuizione dei militari si è rivelata corretta, quando ieri è scattato il blitz nell’abitazione di uno dei due: in casa c’erano ben 50 grammi di eroina.

Le manette sono scattate per Salvatore Presicci, 42enne di Monteroni, e per Francesco Spedicato, 48enne, anch’esso del posto. Rispondono di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.
I carabinieri, già da qualche giorno tenevano sotto controllo i due poiché avevano notato un concitato movimento di persone sospette nei pressi dell’abitazione del Presicci. L’osservazione è continuata anche ieri, quando i militari hanno deciso di fermare alcuni consumatori; in particolare a uno di questi veniva rinvenuta una dose di eroina.
La successiva perquisizione personale e domiciliare in casa del Presicci ha consentito di rinvenire altre due dosi della stessa sostanza, oltre a 850 euro in contanti.
Ma il grosso doveva essere ancora scoperto. Infatti, nascosti all’interno di una gamba di un tavolo in plastica sono spuntati altri 50 grammi di eroina, oltre a tre bilancini di precisione, telefonini e tutto il materiale utile per il confezionamento delle dosi. Per entrambi, è scattato inevitabile l’arresto. Presicci e Spedicato sono attualmente in carcere.