Avrebbe esercitato abusivamente la professione di dottore pedagogista clinico e di medico neurologo posturologo con studio a Macerata e con prestazioni lavorative anche nel sud Salento, senza essere iscritto all’albo dei medici e con le accuse di esercizio abusivo della professione e truffa, un 67enne

di Macerata risulta indagato dalla Procura di Lecce. Il sostituto procuratore Stefania Mininni ha chiuso il fascicolo d’indagine. L’accusa di truffa, secondo le indagini, si configura perché il presunto falso professionista avrebbe fatto credere ai genitori di una ragazza residente nel sud Salento di essere un neurologo posturologo e quindi di essere in grado di poter curare la loro figlia affetta da scoliosi. I parenti si sarebbero perciò adoperati a sottoporre la propria figlia alle cure mediche e a versare al medico quasi tre mila euro a titolo di prestazione sanitaria. Quando però la coppia si è accorta che la patologia di cui soffriva la figlia non era stata debellata, ha deciso di sporgere denuncia. L’avvocato difensore del medico, il legale Roberta Castrignanò, però, contesta qualsiasi accusa. A suo dire, il proprio assistito è un noto luminare del campo che vanta nel suo curriculum importanti pubblicazioni e nelle scorse ore ha chiesto e ottenuto dal pm Mininni che il medico venga ascoltato dalla polizia giudiziaria di Macerata per fornire la propria versione.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × cinque =