Porta via un frigorifero portatile dal B&B in cui era stato cliente, viene fermato dai carabinieri che recuperano la refurtiva e una droga di nuova generazione e non ancora inserita negli elenchi del Ministero della Salute.

Per questo motivo è scattata la denuncia a piede libero per un 34enne milanese, in Salento per lavoro, accusato di furto aggravato e detenzione ai fini di spaccio.
È accaduto ieri a Sannicola, quando il proprietario del B&B, resosi conto  della mancanza di un frigorifero portatile da una delle sue stanze, ha chiesto aiuto ai carabinieri, che immediatamente hanno fermato il 34enne, ex cliente della struttura ricettiva, a bordo della sua auto.
Dove  all’interno, i militari recuperavano e restituivano al legittimo proprietario il frigorifero poco prima portato via, oltre a circa 4 grammi di una sostanza cristallina, nonché materiale da confezionamento. I Carabinieri, insospettiti da tale sostanza, accompagnavano il giovane alla Caserma di Sannicola. A seguito di approfondite attività di analisi effettuate presso  il Laboratorio analisi di Taranto, emergeva che la sostanza rinvenuta e sottoposta a sequestro era stupefacente, ma di nuova generazione e non ancora inserita negli elenchi semestrali redatti dal Ministero della Salute, atto formale indispensabile per conferire la punibilità per il possesso di una determinata sostanza stupefacente. Sono state attivate le procedure al fine di far inserire tale nuova sostanza negli elenchi del Ministero. Il giovane denunciato veniva proposto per il foglio di via obbligatorio dal Comune di Sannicola.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

otto − 6 =