Ritorna anche quest’anno la rassegna “Il Canto delle cicale”, la rassegna musical-culturale che accenderà le piazze di Alliste e Felline a partire dal galà di apertura “Premio Kallistós” del 26 luglio, per poi proseguire con le due serate dell’11 e 12 agosto. 

Gli ingredienti di questa XV edizione – promossa dall’amministrazione comunale di Alliste con il contributo dell’Unione Europea, della Regione Puglia e della Provincia di Lecce – restituiscono l’immagine di un Sud desideroso di affermare un’identità che si nutre di tradizioni e apertura alle sfide del futuro, con le espressioni migliori della cultura locale che incontrano voci “altre”, costruendo percorsi fondati sul dialogo, sul confronto, sull’arricchimento reciproco.

L’inaugurazione della rassegna è prevista per giovedì 26 luglio in piazza San Quintino ad Alliste, con la serata del “Premio Kallistós” che prenderà il via alle ore 21. Presentati da Sandro Toffi, sfileranno sul palco personaggi che si sono distinti nel campo dell’imprenditoria, dello sport e della cultura grazie a professionalità, competenze e idee innovative che rappresentano il motore della crescita economica e sociale del territorio: a loro saranno assegnati i “Premi eccellenza salentina”, realizzati per l’occasione dall’artista Silvano Cataldi. Il tutto sullo sfondo delle incursioni musicali della voce e del violino di Chiara Conte, dall’incontenibile verve del comico salentino Ciakky e spettacolo nello spettacolo sarà il mini concerto di Paola Turci, l’ospite più atteso della serata.

Si prosegue poi facendo tappa a Felline, dove – sempre alle ore 21 – sabato 11 agosto, in Largo Chiesa, arrivano canti e suoni della musica popolare salentina portati dalla pizzica dei “Lu Rusciu Nosciu”, mentre domenica 12, in Piazza Milano, la chiusura della rassegna è affidata al concerto degli “Almamegretta”, gruppo napoletano costituitosi nel 1991 e che già nel nome riporta il senso di un’“anima migrante”, che si muove fra raggae, dub, canzoni napoletane e nenie arabe.

Le due serate fellinesi – organizzate in collaborazione con la Proloco – offrono inoltre i percorsi di gusto e tradizioni di “Borgo in festa”, oltre ad un ricco allestimento di stand dedicati all’artigianato e all’enogastronomia locale dislocati lungo le strade ed intorno alle piazze che ospitano gli eventi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × 3 =