”Grande Sud chiede interventi straordinari e urgenti per i lavoratori dell’Ilva di Taranto da parte del Governo e della Regione, in modo tale da garantire da subito (al di la’ dall’attuazione dell’accordo di programma) stipendio pieno e posto di lavoro a tutti quei lavorati che non possono essere messi sul lastrico

a causa di inadempienze collettive – anche dei sindacati – e omissioni nel sistema di controlli. E’ delittuoso che un Presidente di Regione che ha strumentalmente inteso inserire nel logo del suo partito la parola ‘ecologia’, in ben 7 anni di ”governo ”non abbia saputo o voluto metter mano fattivamente e concretamente all’inquinamento prodotto dall’Ilva”. Lo afferma Adriana Poli Bortone, presidente di Grande Sud. ”Un disinteresse che Grande Sud ha rilevato anche nei mesi scorsi quando Vendola abbandono’ alla solitudine e ai gesti disperati gli operai di Ilva che protestavano sul ponte girevole di Taranto aspettando invano un conforto dalle istituzioni”, conclude.