Un gruppo di 37 migranti dichiaratisi di nazionalita’ afgana e’ stato rintracciato dai carabinieri della compagnia di Tricase nelle prime ore del mattino a Marina di Novaglie, a circa 10 chilometri da Santa Maria di Leuca.

 

Tra gli immigrati, individuati sulla litoranea anche una donna e cinque minorenni. Due immigrati sono stati ricoverati presso l’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase con sintomi di disidratazione.

Le ricerche dell’imbarcazione, a bordo della quale gli extracomunitari sono giunti sulle coste salentine, sinora non hanno dato alcun esito. I migranti sono stati accompagnati presso il centro di accoglienza “don Tonino Bello” di Otranto per le operazioni di identificazione. Altri sbarchi clandestini si sono verificati nei giorni scorsi nella stessa zona.

E avrebbe avuto un epilogo tragico lo sbarco, secondo il racconto fatto da alcuni afgani e pakistani fermati, mancherebbe all’appello un uomo che era partito con gli altri dalla Grecia, e che al momento risulterebbe disperso. Ricerche sono in corso in mare da parte della Capitaneria di Porto. Finora non hanno dato esito le ricerche del natante utilizzato per lo sbarco.