L’emergenza sbarchi non accenna ad arrestarsi, e altre due traghettate clandestine verso le coste salentine sono state intercettate dai carabinieri  della Compagnia di Tricase. 54 immigrati mediorientali sono stati bloccati tra Corsano e Patù.

Ad allertare i militari sono stati numerosi cittadini che hanno segnalato la presenza di migranti arrivati a terra presumibilmente in seguito a sbarchi clandestini nel sud Salento.
La prima segnalazione telefonica ai carabinieri, arrivata alle 19 di ieri, riferiva di uno sbarco di clandestini in località “Guardiola” del Comune di Corsano.
A quel punto intervenivano prontamente cinque pattuglie che rintracciavano e bloccavano venti cittadini extracomunitari, diciannove uomini ed una donna, appena giunti illegalmente. Dalle prime attività risulta che siano di nazionalità egiziana, irakena e pakistana. A quel punto, mentre  i clandestini stavano salendo sul pullman che li avrebbe accompagnati al centro “Don Tonino Bello” di Otranto, un’altra segnalazione telefonica ha fatto precipitare i militari della Compagnia Carabinieri di Tricase in località “Ciardo” del Comune di Patù dove erano stati segnalati altri clandestini presumibilmente arrivati a terra dopo un secondo sbarco. Dopo alcune ore di ricerca altri trentaquattro cittadini extracomunitari, tutti maschi adulti e pakistani, erano stati rintracciati dai Carabinieri e pronti ad essere trasferiti ad Otranto.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

14 − cinque =