Hanno stordito una barista albanese di 34 anni facendola bere e hanno tentato di violentarla in una sala nel retro del locale, mentre il titolare, fidanzato della vittima, assieme a un gruppo di clienti stava festeggiando la vittoria della nazionale contro la Germania, la sera del 28 giugno scorso.

Si tratta di un operaio salentino 38enne,Marco Melcore, originario di Cursi e residente in Vallagarina, e un rumeno di 26.
E’ stato un altro cliente a scoprire i due, appartati con la ragazza incosciente, mentre cercavano di abusarne. Il rumeno teneva la ragazza ferma per le caviglie, mentre Melcore era su di lei. L’uomo dopo avere impugnato una mazza ferrata, ha gridato dando l’allarme, mettendoli in fuga. Ne è nata una colluttazione, durante la quale Melcore ed il 26enne rumeno, prima di riuscire a fuggire, sono rimasti feriti  in maniera lieve, sono stati medicati al pronto soccorso di Rovereto e, identificati nei giorni successivi, martedì mattina sono stati arrestati dalla polizia e condotti nel carcere di Trento. Entrambi sono accusati di tentata violenza sessuale di gruppo, aggravata dallo stato di incoscienza in cui versava la vittima in quei momenti.

Nei prossimi giorni, i due bruti compariranno davanti al gip del tribunale di Rovereto, Riccardo Dies, per l’udienza di convalida dell’arresto.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

undici − 3 =