L’Omfesa di Trepuzzi, storica azienda metalmeccanica del Salento, licenzia e non reintegra nove operai, nonostante diverse sentenze abbiano giudicato illegittimo il provvedimento. Teresa Bellanova e Antonio Maniglio sollevano la questione in Regione e Parlamento

“Sosteniamo, e apprezziamo,  l’impegno costante del Prefetto di Lecce, dott.ssa Perrotta,  teso a trovare soluzioni alla crisi di liquidità dell’Omfesa e la conseguente attivazione di una serie di rapporti con gli istituti bancari per consentire all’azienda di produrre in condizioni di sicurezza. Ma i dirigenti dell’azienda devono sapere che non è possibile  chiedere aiuto e sostegno a Prefetto, istituzioni, parlamentari quando ne ravvisano la necessità e, nello stesso tempo, calpestare diritti fondamentali dei lavoratori e sentenze dei magistrati”.

E’ quanto sostengono i due rappresentanti del Pd provinciale e regionale, Bellanova e Maniglio. Gli stessi, a sostegno dei lavoratori che non usufruiscono nemmeno di ammortizzatori sociali, presenteranno un’interrogazione parlamentare al Ministro del Lavoro, Fornero e un ordine del giorno in Consiglio Regionale per chiedere quali iniziative si intendono assumere per tutelare i diritti dei lavoratori e garantire il rispetto delle sentenze della magistratura.