È stato ultimato il “Piano Coordinato di Controllo Economico del Territorio” che la Guardia di Finanza ha eseguito a Lecce e nel suo hinterland.
In tema di rilascio di scontrini e ricevute fiscali sono stati eseguiti 117 controlli, che hanno portato alla constatazione di 64 violazioni

per mancata o irregolare emissione di tali documenti fiscali.
Sia le persone controllate, che coloro a cui sono state contestate irregolarità di varia natura, risultano riconducibili alle molteplici categorie di esercenti che compongono il tessuto economico-commerciale del capoluogo. Tali irregolarità vanno ad aggiungersi alle 1.253 violazioni (su 2.391 controlli effettuati) in materia di scontrini e ricevute fiscali già individuate dalla Guardia di Finanza – sul territorio dell’intera provincia – fino a venerdì scorso.
In materia di contrasto all’abusivismo ed alla vendita di prodotti contraffatti, nella giornata di ieri sono stati eseguiti diversi interventi, in particolare nelle vie centro, che hanno portato al sequestro di circa 700 “pezzi”.
Le merci sequestrate appartengono alle più diverse categorie merceologi-che.
Anche in questo caso, tali risultati vanno ad aggiungersi ai sequestri di ulteriori 342.000 “pezzi” contraffatti ed alla denuncia di 62 soggetti, già effettuati dalle Fiamme Gialle nei primi sei mesi del 2012 sul territorio dell’intera provincia.
Da segnalare, inoltre, il sequestro di oltre 400 CD/DVD illecitamente duplicati e la scoperta di due lavoratori “in nero”.