Minacciava e molestava la ex-moglie da cui non voleva separarsi e perciò è stato condannato agli arresti domiciliari per stalking. Si tratta di un 51 anni di Taviano, già conosciuto alle forze dell’ordine.

L’ordine di custodia cautelare è stato emesso ieri, dopo una serie di indagini circa i comportamenti dell’uomo.
L’uomo avrebbe più volte – anche sotto effetto di alcolici – molestato e minacciato la moglie, una 51enne di Lecce, dalla quale era diviso legalmente. Non accettando la separazione l’avrebbe insultata ripetutamente anche per strada arrivando persino a minacciare di morte il figlio minore, pur di conoscere i dettagli sentimentali della donna.
Preoccupati per la propria incolumità la donna e il figlio si sono così rivolti alle forze dell’ordine che hanno provveduto a richiedere gli arresti domiciliari. Cassano ha ora l’obbligo di non allontanarsi dalla propria abitazione senza autorizzazione e non può comunicare con persone diverse da quelle che convivono con lui.

 

CONDIVIDI