E’ stato condannato ad un anno e 2 mesi di carcere con pena sospesa un 44enne di Nardò, accusato di molestie, minacce, danneggiamenti e atti sessuali nei confronti della ex moglie e di una sua amica.

I fatti si sarebbero verificati negli anni tra il 2007 e il 2008.

Negli stessi anni la coppia si è separata e l’uomo, per un certo periodo, è stato sottoposto ad un provvedimento di allontanamento dalla casa coniugale a causa degli atteggiamenti assunti anche davanti ai figli.

La sentenza è stata emessa ieri dai giudici della prima sezione collegiale del Tribunale di Lecce.

Intanto è ancora in corso, davanti al giudice monocratico del Tribunale di Nardò un altro processo che vede, come parte offesa, solo l’amica della ex moglie.

La donna, assistita dall’avvocato Andrea Bianco, sarebbe stata perseguitata anche in seguito, fino al 2009. La prossima udienza si terrà il 3 ottobre.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × tre =