”Zia Concetta aveva sospetti anche su suo marito perchè aveva già avuto guai con la giustizia e qualcuno, per ripicca o per vendetta, poteva avercela con lui a San Pancrazio Salentino”.

Lo ha detto deponendo in Corte d’ Assise a Taranto Valentina Misseri, sorella di Sabrina e figlia di Cosima Serrano, le due donne accusate dell’omicidio di Sarah Scazzi. La teste ha parlato poi del ritrovamento del cellulare di Sarah e ha aggiunto che era stato proprio il padre a parlarne a Sabrina.

All’epoca si facevano tante ipotesi sulla scomparsa di Sarah: ”se io – ha sottolineato Valentina Misseri – avessi avuto subito dei sospetti su papà, con tante domande l’avrei fatto crollare”

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × 1 =