E’ Xu Zhong, uno dei più famosi pianisti cinesi, l’ospite dell’Orchestra Tito Schipa nella quinta serata della Stagione Sinfonica d’Estate, dedicata a “Concerti, serenate, opera”, che si terrà venerdì 6 luglio, alle ore 21.30, nel Cortile dei Celestini a Lecce. 

«Da pochi decenni la Cina si è aperta alla cultura musicale europea e già numerosi direttori, solisti e cantanti si sono inseriti pienamente sul mercato mondiale. In tutto il paese, si aprono teatri, si fondano orchestre e scuole di musica “occidentale”, con una produttività in questo campo che sembra compensare la contrazione in atto in Europa». Con queste parole il direttore artistico e principale dell’Orchestra Schipa, Marcello Panni, introduce il programma ideato per la serata e affidato, nella doppia veste di direttore e solista al pianoforte, a Xu Zhong, di recente nominato direttore artistico del Teatro Massimo Bellini di Catania.

In apertura ci sarà la prima esecuzione a Lecce di un curioso brano del compositore cinese Liu Tie-shan – Mao Yuan, intitolato Dance of Yao, seguito dal Concerto n. 21 per pianoforte e orchestra di Wolfgang Amadeus Mozart, per chiudere, poi, con la Sinfonia n. 1 di Johannes Brahms.

Xu Zhong è membro fondatore e direttore artistico della Shanghai International Piano Competition ed è direttore musicale di diverse formazioni in patria, in Corea del Sud e anche dell’Orchestra Nazionale dei Conservatori d’Italia. Formatosi a Parigi, ha vinto la prestigiosa Čiaikovskij International Piano Competition a Mosca. Come concertista ha suonato in Europa, Nord America, Sud America e nel Sud Est Asiatico, mentre come direttore ha condotto alcune delle più importanti orchestre del mondo. Come direttore artistico e direttore stabile della Cerimonia d’Apertura dell’Expo di Shanghai, Xu Zhong ha curato la realizzazione de La Cenerentola di Gioachino Rossini il 1 maggio 2010.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

17 − uno =