Rischio tumori per i pazienti a cui sia stata impiantata una marca particolare di artoprotesi anca. È la grave denuncia del Codacons di Lecce, l’associazione di tutela del consumatore, che denuncia il grave ritardo della Regione Puglia e di tutte le ASL nel contattare immediatamente i pazienti pugliesi a cui sia stata impiantata la protesi sotto accusa (almeno una ventina nella sola provincia di Lecce).

Una denuncia grave, sulla quale interviene il consigliere della Regione Puglia e Presidente di Moderati e Popolari, Antonio Buccoliero, che ha inviato un’interrogazione urgente a risposta scritta all’assessore regionale alla Sanità.
“Quello alla salute – dichiara Buccoliero – è un diritto sacrosanto, che deve essere tutelato e garantito, mettendo in campo tutte le procedure per salvaguardare i cittadini, soprattutto quando all’orizzonte si profila la minaccia di contrarre una patologia grave come il tumore. La denuncia del Codacons di Lecce su un presunto ritardo, in merito a questa delicata vicenda, da parte della Regione e delle ASL è estremamente grave e merita risposte immediate”.