Volge al termine la Stagione d’Estate dell’Orchestra Sinfonica Tito Schipa martedì 31 luglio con un gran finale lirico: alle ore 21.30 (ingresso 10 euro), nel Cortile dei Celestini in coproduzione con il Conservatorio “Tito Schipa”, saranno di scena le “Eroine Pucciniane”, arie duetti e brani sinfonici fra i più celebri del compositore di Lucca, con la partecipazione del grande soprano Fiorenza Cedolins, diretta sul podio da Marcello Panni, e  degli allievi della masterclass in “Canto Lirico Pucciniano” tenuta dalla Cedolins e da Panni nel capoluogo salentino dal 23 al 31 luglio. 

Arie e duetti saranno tratti da La Bohème, Tosca, Madama Butterfly e Turandot. La Cedolins, in questo momento all’apice della sua carriera, canterà a Lecce per la prima volta in questa occasione. Formatasi alla scuola del Maestro Roberto Benaglio, che dei segreti della tradizione del canto italiano è stato uno dei più affidabili depositari, si distingue immediatamente per il bellissimo colore della voce, per il timbro pastoso e caldo, il volume ragguardevole, la dizione chiarissima, la notevole estensione e la tecnica agguerrita (tenuta dei fiati, smorzature di impalpabile delicatezza, emissione saldissima) che le permettono sin da subito di affrontare un repertorio che va dal primo Verdi al Verismo, senza dimenticare il Bellini di Norma. Nel 1996 vince il Concorso Internazionale Luciano Pavarotti e canta Tosca al fianco del grande tenore italiano. Comincia da questo momento la grande carriera internazionale della Cedolins, che la vede spaziare dal Mascagni di Cavalleria Rusticana al più temibile ruolo del Belcanto italiano, Norma appunto, percorrendo ad arco la curva del repertorio e affermandosi anche come straordinaria protagonista di Adriana Lecouvreur. Di Puccini ha interpretato, uno dopo l’altro, Lauretta, Liù, Mimì, Tosca, Butterfly, Manon Lescaut, Suor Angelica, Giorgetta, Anna ne “Le Villi” affrontate in tutti i più grandi teatri. Nella primavera del 2003 esce sul mercato la sua prima incisione in studio: Tosca, diretta da Zubin Mehta alla guida dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Il 7 dicembre 2008 è protagonista femminile nel “Don Carlo”, inaugurazione del Teatro alla Scala di Milano. Di recente, ha ricevuto due prestigiosi riconoscimenti artistici: il Premio “Verona Lirica” al Teatro Filarmonico di Verona e il “Bellini d’Oro” al Teatro Sangiorgi di Catania.