E’ stato accusato di tre furti più uno andato a vuoto, il 17enne gallipolino che ieri è stato arrestato dai carabinieri del posto e condotto presso la comunità dei minori di Lecce. Tre furti avvenuti con la presenza di un complice che non è stato ancora identificato, tra Sannicola e Neviano.

Il primo risale al 25 febbraio scorso, quando il minorenne è entrato in casa di un signore di Sannicola e si è impossessato di un borsellino contenente 45 euro e di alcuni oggetti privati. Nello stesso posto, il 5 maggio in un esercizio commerciale, il giovane è riuscito a portare via due portamonete appartenenti ad una commessa, mentre questa veniva distratta dal complice non ancora riconosciuto. A quello stesso giorno, risale poi anche il tentato furto ad Alezio: sempre un esercizio commerciale e sempre una commessa da distrarre; questa volta però, la donna non si è lasciata ingannare e si è accorta in tempo costringendo alla fuga i due. A Neviano l’ultimo furto risale al 16 maggio, avvenuto con le stesse modalità dei precedenti.
Durante le indagini dei carabinieri, sono state ascoltate le testimonianze delle vittime e comparate alcune fotografie che hanno infine portato a riconoscere il giovane. Il 17enne è stato perciò arrestato e condotto in comunità, mentre sono stati sequestrati gli indumenti con cui si ritiene abbia commesso i furti, trovati nella sua abitazione.