È stata trovata in possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso, e per questo motivo è stata denunciata dalla polizia. Si tratta di V.C. 22enne di origine slava.

È accaduto nel primo pomeriggio di ieri, quando un cittadino ha segnalato al 113 la presenza in Zona San Ligorio di due donne che suonavano i campanelli delle abitazioni allo scopo verosimile di verificare se all’interno vi fossero persone.
Intervenuti immediatamente gli agenti hanno fermato le donne in via Rapolla

Le due donne, una 22 enne, già sottoposta alla misura degli arresti domiciliari ed una tredicenne entrambe dimoranti a Roma in un campo Rom, sono state accompagnate presso gli Uffici della QUESTURA.

Qui la ragazza più giovane, priva di qualsiasi documento di riconoscimento sfilava da sotto la sua magliettina un grosso cacciavite della lunghezza complessiva di cm. 30 del tipo solitamente utilizzato per scardinare gli accessi delle abitazioni (porte e finestre) ed anche l’altra donna V.C. nel corso della perquisizione veniva trovata in possesso di un grosso cacciavite di acciaio temperato di marca Beta della lunghezza complessiva di cm. 28, nonché di un pezzo di plastica dura, di colore giallo trasparente (probabilmente ricavato da una bottiglia di aranciata), solitamente utilizzato per aprire le porte blindate lasciate prive di mandata.

La minorenne, non imputabile, veniva affidata presso una Comunità Educativa, mentre la maggiorenne, è stata denunciata in stato di libertà.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 + sette =