”Dopo la decisione del Tribunale del Riesame di Lecce, che per l’attentato davanti alla scuola Morvillo-Falcone ha confermato la qualifica di atto terroristico, data in precedenza dalla procura del capoluogo salentino, ho sentito telefonicamente il ministro dell’Interno dottoressa Cancellieri e il prefetto di Brindisi dottor Prete

, chiedendo loro di avviare l’iter per il riconoscimento a tutte le vittime dei benefici previsti dalle norme sul terrorismo, e in particolare dalla legge numero 206 del 2004”. Lo rende noto il deputato del Popolo della Liberta’ ed ex sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano. ”Le disposizioni di questa legge, coordinate con la precedenti intervenute in materia, penso alla legge numero 302 del 1990 – aggiunge – non richiedono ai fini della risarcibilita’ una sentenza definitiva, e neanche necessariamente una sentenza di primo grado, potendosi fondare sulle informazioni fornite dall’autorita’ giudiziaria e sulle indagini svolte. Nel caso specifico, quindi, la legge permette di evitare il danno, ulteriore rispetto a quello provocato dal reato, dell’attesa di anni per chi ha subito le lesioni e per le loro famiglie. Ho avuto assicurazione dal dottor Prete – prosegue Mantovano – che convochera’ le parti offese, sulla base dell’elenco che ha gia’ chiesto alla magistratura, per informarle delle modalita’ di presentazione della domanda e di allegazione della documentazione; ho avuto altresi’ conferma dal ministro Cancellieri della massima attenzione alla vicenda da parte delle strutture centrali del Viminale. E di questo ringrazio entrambi”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 + 13 =