Retrocessione in Lega Pro e 6 punti di penalizzazione: e’ la richiesta del Procuratore federale Stefano Palazzi per il Lecce nell’ambito del processo al Calcioscommesse in corso a Roma. La squadra salentina e’ stata deferita per responsabilita’ oggettiva per la presunta combine nel derby con il Bari disputato del maggio 2011.

Per la stessa partita e’ stato deferito, per illecito sportivo, l’ex presidente dei salentini Pierandrea Semeraro, per cui Palazzi ha chiesto 5 anni di inibizione piu’ preclusione.
Riguardano tre club e 12 tesserati le richieste di condanna del Procuratore federale Stefano Palazzi, nel processo al Calcioscommesse relativo al filone d’inchiesta di Bari, in corso a Roma. Ecco tutte le richieste di condanna presentate da Palazzi alla Commissione Disciplinare. Squadre. BOLOGNA: 2 punti e 50mila euro di ammenda. LECCE: retrocessione in Lega Pro e 6 punti di penalizzazione. UDINESE: 50mila euro di ammenda. Tesserati. Antonio BELLAVISTA (ex calciatore): 9 mesi in continuazione alla squalifica di 5 anni piu’ preclusione. Nicola BELMONTE (Siena): 4 anni di squalifica. Simone BENTIVOGLIO (Chievo): 3 anni e 6 mesi. Leonardo BONUCCI (Juventus): 3 anni e 6 mesi. Marco DI VAIO (Montreal Impact): un anno. Stefano GUBERTI (Roma): 3 anni. Salvatore MASIELLO (Torino): 3 anni e 6 mesi. Daniele PADELLI (Sampdoria): 3 anni. Simone PEPE (Juventus): un anno. Daniele PORTANOVA (Bologna): 3 anni. Pierandrea SEMERARO (ex presidente Lecce): 5 anni d’inibizione piu’ preclusione. Giuseppe VIVES (Torino): 3 anni e 6 mesi.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.