Il presidente del Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport (Tnas), Alberto De Roberto, ha respinto la richiesta di sospensiva della sentenza emessa dalla corte di giustizia della Figc sul Lecce in merito al calcioscommesse e alla retrocessione in Lega Pro.

In merito deciderà quindi il Collegio Arbitrale dello stesso Tnas, in una riunione che si terrà in data da definirsi. Stessa decisione sull’istanza cautelare della Nocerina, relativa al caso che riguarda il Grosseto, in un primo momento retrocesso (sarebbe subentrata la società campana) e poi riammesso. Anche qui anche in questo caso la decisione e’ rimandata al Collegio arbitrale.

Per quanto riguarda Semeraro e il Lecce, il Tnas “rilevata l’impossibilita’ – per la complessita’ in punto di fatto delle vicende oggetto di contestazione – di riscontrare la presenza del fumus, prescritta anche per la misura cautelare di urgenza; rilevato che la pronuncia sanzionatoria e’ gia’ in corso di esecuzione essendo stata consentita la discesa in campo della societa’ sportiva Vicenza Calcio SpA, subentrata alla U.S. Lecce SpA”, ha respinto “l’istanza cautelare proposta con salvezza, ovviamente, della competenza a pronunciare sulla misura cautelare del Collegio arbitrale, giudice naturale della controversia proposta”. E analoga decisione in merito al ricorso della Nocerina sulla sospensiva chiesta per l’inserimento del Grosseto in Serie B, “considerato che l’articolata decisione di appello, pubblicata successivamente alla proposizione del ricorso e della richiesta di misura di urgenza, non risulta, allo stato, contestata nelle specifiche argomentazioni di fatto e di diritto poste a base della sua motivazione; che, in questa situazione, non si lascia ravvisare il fumus richiesto per la concessione della misura cautelare, anche in questa fase preliminare del contenzioso”. Il Tnas rileva, comunque, “che della sentenza di secondo grado e’ stata gia’ avviata l’esecuzione con la discesa in campo del Grosseto nella prima partita del campionato disputata lo scorso 25 agosto”.