E’ ovvio che bisognerà aspettare la decisione del TNAS per sapere a quale campionato parteciperà il Lecce, ma è altrettanto ovvio che una cattiva figura, anzi una figura di m…a  è stata già fatta. Il clamore mediatico, l’affetto viscerale di alcuni tifosi hanno fatto perdere di vista il vero oggetto del contendere: Bari-Lecce è stata una partita corretta o no?

Secondo la Procura penale sembra proprio che non lo sia stata né possono valere i convincimenti relativi al fatto che il Lecce avrebbe vinto comunque.
Tra tutte le frasi che il Semeraro junior ha detto in conferenza stampa, ve n’è una che la dice lunga e che non mi fa sperare per niente al TNAS: “noi siamo stati sfortunati perché avevamo dietro una procura ordinaria”. E’ naturale che si riferisca a se stesso, come dirigente, e non ai vari calciatori abbondantemente perseguiti da procure ordinarie e per le cui squadre scattano “responsabilità oggettive” che prevedono punti di penalizzazione. Inoltre, anche l’avvocato difensore ha ribadito che il procuratore Palazzi non ha letto gli atti del processo, e questo è vero perché il Palazzi si è limitato a passare alla procura sportiva un faldone di ben 500 pagine formatosi con una raccolta capillare di prove che da sole bastano a penalizzare il Lecce. Che poi Semeraro speri che nel giudizio penale possa andargli bene, è del tutto legittimo ma questo non può far dimenticare che anche Giraudo e Moggi speravano nella giustizia ordinaria e poi sappiamo tutti come è finita. Anche lì, con i due massimi dirigenti responsabili della Juventus condannati da un tribunale ordinario, si fa una cagnara da parte dei tifosi per la squadra che non meritava. E’ vero, è tutto vero, la Juve era la migliore squadra del campionato, aveva i migliori giocatori del momento, avrebbe vinto a mani basse il suo campionato, ma l’ingordigia dei dirigenti l’ha penalizzata.
Il discorso si attaglia al Lecce: il Lecce  rispetto al Bari era più forte, dava l’impressione di poter vincere la partita sul campo, ma la stupidità gestionale del suo massimo dirigente l’ha rovinato e di tutto questo non credo che vi sia responsabilità di Palazzi. Mi si dice: ed il Grosseto? Bene, l’anno scorso il Grosseto calcio mandò un’informativa alla FIGC nella quale adombrava strane cose che avvenivano nei comportamenti dei propri calciatori supponendo la presenza di scommettitori. Non ebbe risposta ma quella lettera, agli atti della federazione, adesso lo ha salvato in toto. Perché Semeraro, una volta che Quarta ha affermato di aver fatto tutto da solo, non lo ha denunciato alla Procura di Bari chiedendo i danni? Bastava una letterina-querela ed il Lecce sarebbe stato salvo. Voi sapete perché non lo ha denunciato? Forse perché è un buono, ma io non lo so anche se suppongo…
Vorrei, pertanto dire ai tifosi di focalizzare sul nuovo Lecce tutta la loro attenzione perché sul vecchio Lecce è meglio stendere un velo pietoso come hanno fatto i vari De Canio, Fenucci ed anche Semeraro senior con la messa in autogestione della società. Ma si può ancora pensare che nel mondo calcistico non ci siano occhi per vedere ed orecchie per sentire? Via, citando una grande canzone napoletana del dopo guerra: “scurdammoce o passato” perché è meglio per la nostra dignità di tifosi.