Dalla Russia all’Inghilterra fino al Salento, telecamere al seguito. Per la Notte della Taranta sono arrivate a Melpignano due troupe televisive, sedotte dai ritmi della pizzica

La prima è dell’importante tv russa My Planet che, nell’ambito di un progetto di Pugliapromozione, ha intervistato alcuni tra i gruppi più rappresentativi del Salento folk revival impegnati nei concerti del festival, dai Kamafei al Canzoniere Grecanico Salentino, ai Ghetonia, questi ultimi due stasera a Melpignano. Produrranno un documentario che verrà trasmesso a settembre.

Da ieri, poi, lavora qui anche la troupe tv del Guardian, l’autorevole quotidiano inglese che già lo scorso anno dedicò un lusinghiero articolo alla Notte della Taranta. Realizzerà un documentario sul Festival, intervistando molti degli artisti coinvolti, oltre agli organizzatori, da Sergio Blasi a Massimo Bray a Sergio Torsello. Il film verrà poi trasmesso dalla loro tv, nell’ambito di una serie di 10 documentari sui “gioielli” che meglio testimoniano oggi la cultura italiana, tra cui il Palio di Siena, la stagione lirica dell’Arena di Verona e il Salone del Gusto di Torino.