La Notte della Taranta promuove la mobilità sostenibile e segnala l’iniziativa dell’Associazione Salento Bici Tour, che ha inserito il Concertone tra le mete delle sue ciclo passeggiate, con una tratta speciale Otranto-Melpignano per la serata del 25 agosto.

La partenza è fissata presso la stazione FSE di Otranto alle 16:30, e il percorso si snoderà attraverso strade secondarie di campagna, a scarso traffico veicolare. Il tragitto, di una ventina di chilometri – con pochi saliscendi, e dunque facilmente percorribile anche da chi è poco allenato – darà l’occasione di scoprire alcuni dei tesori nascosti della campagna salentina, come cripte bizantine, monumenti preistorici e piantagioni di ulivi secolari. All’arrivo a Melpignano, previsto poco prima del tramonto, i partecipanti potranno parcheggiare le loro biciclette e campeggiare negli spazi messi a disposizione dall’Amministrazione Comunale. Il ritorno a Otranto è previsto la mattina seguente. Per chi fosse interessato alla ciclopasseggiata, ma non disponesse di un proprio mezzo, l’associazione mette anche a disposizione delle biciclette (info al numero 346-0862717; www.salentobicitour.org).

«La vera risorsa del Salento è il suo territorio», sostiene Carlo Cascione, presidente dell’associazione Salento Bici Tour. «Le sue campagne sono un museo a cielo aperto della millenaria civiltà contadina che lo ha abitato per anni, rispettandolo e amandolo. Occorre puntare sulla mobilità dolce e lenta per preservarlo. L’amministrazione di Melpignano, che sostiene l’iniziativa, dimostra ancora di una volta di avere uno sguardo lungo nella sua programmazione politica: il Salento può diventare un’importante meta del cicloturismo mondiale e iniziative del genere sono utili alla diffusione di un’idea di territorio ‘amico’ delle biciclette».

Per chi invece è deciso a utilizzare l’automobile, ma vuole limitare consumi e stress da parcheggio, l’Ufficio Comunicazione della Fondazione La Notte della Taranta ha ideato un gruppo facebook in cui condividere o richiedere passaggi, a partire da qualunque località, in direzione Melpignano (e ritorno), in vista del grande evento del 25 agosto. Il gruppo è disponibile a questo indirizzo: www.facebook.com/groups/ridesharingtaranta.

Il termine inglese “ridesharing” o “car pooling”, corrispondente in italiano ad “auto di gruppo” o “concarreggio”, indica una modalità di trasporto che consiste nella condivisione di automobili private tra un gruppo di persone, con il fine principale di ridurre i costi del trasporto.

È uno degli ambiti di intervento della mobilità sostenibile. Uno o più dei soggetti coinvolti mettono a disposizione il proprio veicolo, eventualmente alternandosi nell’utilizzo, mentre gli altri contribuiscono con adeguate somme di denaro a coprire una parte delle spese sostenute dagli autisti. Tale modalità di trasporto è diffusa in ambienti lavorativi o universitari, dove diversi soggetti, che percorrono la medesima tratta nella stessa fascia oraria, spontaneamente si accordano per viaggiare insieme.