Foto Antonio CastelluzzoIl Salento resta avvolto nel caldo afoso e da domenica temperature record. E’ previsto per dopodomani, infatti, l’inizio di un periodo infuocato, per l’azione combinata dell’anticiclone africano Ulisse che non molla e del respiro del ‘drago africano’, il vento caldissimo direttamente dall’entroterra algerino.

A lanciare l’allarme caldo e’ Antonio Sano’, direttore del portale web www.iLMeteo.it. Oggi e domani – prevede Sano’ – saranno due splendide giornate estive con temperature fino a 5 gradi oltre le medie al centrosud e sull’Emilia, ma sabato sera forti temporali colpiranno le Alpi , il Piemonte e la Lombardia anche con violente grandinate, incapaci tuttavia di attenuare l’afa che anche al nord si riproporra’ violentemente gia’ domenica. Domenica si raggiungeranno i 38°C a Bologna, Firenze, Roma, Pescara, Perugia, Napoli, Bari, 41°C nelle zone interne di Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna. Lunedi e martedi saranno i giorni piu’ caldi dell’estate con valori termici fino a 9°C oltre medie del periodo, perche’ la lingua del drago africano dalla Sardegna puntera’ verso Roma e dalla Sicilia si portera’ verso il resto del sud. Attendiamo i 39°C a Bologna, Firenze, Roma, i 42°C in Puglia, Calabria, Basilicata, Sicilia, con picchi record di 44°C nella Valle dei Templi di Agrigento, nel materano e tra la Puglia e la Basilicata. Passata la fiammata del drago, l’anticiclone africano continuera’ a imperversare per tutta la settimana e il caldo andra’ avanti ad oltranza per altri 15 giorni al centrosud, mentre al nord per Ferragosto giungeranno temporali piu’ organizzati e un primo abbassamento delle temperature.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dodici − otto =