Lecce. In pochi minuti danneggia cinque auto e picchia i proprietari. Per questo motivo D.M. leccese è stato denunciato a piede libero dalla polizia. L’episodio è avvenuto intorno alle ore 22.00 di ieri sera, quando gli agenti delle volanti si sono precipitati in Via Mincio, all’angolo con via Giammatteo

, dove era stata segnalata una lite per un incidente stradale.
Sul  posto una donna raccontava che poco prima , mentre era ferma allo Stop di via Mincio, angolo via Giammatteo, improvvisamente, il conducente di una renault Megane,  svoltando su via Mincio,  collideva contro la fiancata sinistra della sua auto ammaccandone la porta posteriore, e, dandosi alla fuga, continuava la sua marcia sulla stessa via tamponando all’altezza del civico 21, un’altra autovettura Peugeot 407  che lo precedeva ed il cui conducente, presente sul posto, denunciava agli operatori il fatto.
Dopo il tamponamento, scaturiva un diverbio tra i due conducenti e la passeggera della Peugeot 407, veniva aggredita con un pugno al volto e dei calci dall’uomo e per quanto subito, si riservava di ricorrere alle cure mediche ed alla denuncia. Non contento il conducente della Megane, risalito a bordo della sua auto, si dileguava nelle vie limitrofe non prima di aver urtato una Twingo, parcheggiata regolarmente lungo via Mincio, altezza civico 6 graffiandone la fiancata posteriore destra ed il paraurti posteriore
Mentre gli operatori erano impegnati negli atti di rito, venivano con urgenza inviati in Viale della Repubblica dove, il conducente della precitata Renault Megane, si era reso responsabile di altro danneggiamento in seguito al quale ne era nata una lite violenta con alcuni residenti e passanti
Giunti sul posto,  si notava la Megane  posta di traverso sulla carreggiata e, dai presenti si apprendeva che il conducente si era da poco dileguato a piedi dopo aver danneggiato due autoveture, una Chevrolet Aveo ed una  Peugeot 307,   regolarmente parcheggiate lungo Viale della Republica in direzione di via Taranto.
Contemporaneamente il conducente della Megane, D. M. nato a Lecce , il quale, in evidente stato confusionale, veniva immediatamente soccorso da personale del 118”, che lo trasportava presso il nosocomio V.Fazzi per ulteriori  accertamenti.
In considerazione dell’assembramento di persone , quasi tutte residenti delle “Case Magno”, onde evitare il crearsi di problemi di ordine pubblico, si invitavano i danneggiati a sporgere denuncia in Questura, documentando comunque i danni attraverso i rilievi fotografici effettuati dalla polizia scientifica. In attesa dell’esito dell’esame tossicologico effettuato presso l’Ospedale Vito Fazzi e delle denunce relative agli episodi di aggerssione narrati, si procedeva comunque a denunciare in stato di libertà per il reato di danneggiamento aggravato D.M.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 − sei =