Lecce e Grosseto escluse dal campionato di competenza di Serie B 2012/2013, con assegnazione da parte del Consiglio federale a uno dei campionati di categoria inferiore (e ammenda di euro 30.000 al Lecce), penalizzazione per Novara (-2), ammende per Bologna (30.000 euro) e Ancona (10.000)

 

e un totale di 19 tesserati condannati (oltre ai patteggiamenti gia’ definiti in aula): e’ la sintesi delle sentenze emesse oggi dalla Commissione Disciplinare Nazionale, presieduta da Sergio Artico, in relazione ai due procedimenti sul calcio scommesse relativi alle inchieste condotte dalle Procure della Repubblica di Cremona e Bari.

Oltre alla perdita della Serie B, Lecce e Grosseto pagano con l’inibizione per cinque anni dell’ex presidente dei pugliesi, Andrea Semeraro, e del patron dei toscani, anche lui sanzionato dalla Commissione Disciplinare a 5 anni. Per entrambi, la Procura Federale aveva chiesto anche la preclusione.

Sette assoluzioni e 24 condanne: e’ la sintesi delle sentenze emesse oggi dalla Commissione Disciplinare della Figc, presieduta da Sergio Artico, nel doppio processo al Calcioscommesse, basato sulle inchieste condotte dalle Procure della Repubblica di Cremona e di Bari. Tra i club, Lecce e Grosseto sono stati esclusi dal campionato di competenza di Serie B 2012/13 con assegnazione da parte del Consiglio federale ad uno dei campionati di categoria inferiore (ai salentini e’ stata inflitta anche un’ammenda di 30mila euro); penalizzazione di 2 punti per il Novara e ammenda per Bologna (30mila euro) e Ancona (10mila euro). Tra i tesserati, invece, pene severe per l’ex presidente del Lecce Pierandrea Semeraro, e il presidente del Grosseto, Piero Camilli, entrambi inibiti per 5 anni; 10 mesi al tecnico della Juventus, Antonio Conte, 8 al suo vice, Angelo Alessio. Priosciolti Udinese e Leonardo Bonucci, Simone Pepe, Marco Di Vaio, Salvatore Masiello, Daniele Padelli, Giuseppe Vives e Nicola Belmonte (limitatamente ai fatti di Udinese-Bari, squalifica di 6 mesi invece in relazione alla gara Cesena – Bari). Questo il riepilogo relativamente all’inchiesta di CREMONA (tra parentesi, quando diverse dalle sentenze, le richieste della Procura federale): – Societa’ – ANCONA: 10mila euro di ammenda. GROSSETO: esclusione dal campionato di competenza di Serie B 2012/13 con assegnazione da parte del Consiglio federale a uno dei campionati di categoria inferiore (retrocessione in Lega Pro piu’ penalizzazione di 3 punti da scontare nel prossimo campionato o, in subordine, esclusione dal campionato di competenza e assegnazione a un campionato di categoria inferiore). NOVARA: 2 punti (4 punti). – Tesserati – Angelo ALESSIO (vice allenatore Juventus): 8 mesi (un anno e tre mesi). Cristian BERTANI (Sampdoria): 3 anni e 6 mesi. Davide BOMBARDINI (svincolato): 6 mesi (3 anni e 6 mesi). Piero CAMILLI (presidente Grosseto): 5 anni di inibizione (nella richiesta c’era anche la preclusione). Mario CASSANO (svincolato): 9 mesi. Edoardo CATINALI (svincolato): 3 anni e 6 mesi. Antonio CONTE (allenatore Juventus): 10 mesi (un anno e 3 mesi). Ferdinando COPPOLA (Milan): 6 mesi (3 anni e 6 mesi). Davide DRASCEK (Feralpi Salo’): 3 anni e 6 mesi. Mavillo GHELLER (Pavia): 6 mesi (3 anni e 6 mesi). Alessandro PELLICORI (svincolato): 3 anni (3 anni e 6 mesi). Emanuele PESOLI (Verona): 3 anni. Claudio TERZI (Siena): 3 anni e 6 mesi. Roberto VITIELLO (Siena): 4 anni. – Questi i patteggiamenti accolti: – Societa’ – ALBINOLEFFE: 1 punto e 30mila euro. SIENA: 6 punti e 20 mila euro. TORINO: 1 punto e 30mila euro. VARESE: 1 punto e 30mila euro. – Tesserati – Filippo CAROBBIO (Spezia): 4 mesi in continuazione alla squalifica 20 mesi dello scorso processo. Angelo Emanuel DA COSTA JUNIOR (Sampdoria): 3 mesi e 30mila euro. Giorgio D’URBANO (preparatore atletico Siena): 5 mesi e 10 giorni. Daniele FAGGIANO (capo osservatore Siena): 4 mesi. Carlo GERVASONI (svincolato): 3 mesi in continuazione alla squalifica di 20 mesi inflitta nello scorso processo. Marcelo Alejandro LARRONDO PAEZ (Siena): 3 mesi e 20 giorni e 30mila euro. Dario PASSONI (Folzano): 6 mesi e 15 giorni in continuazione alla squalifica di 14 mesi inflitta nel processo dello scorso maggio. Mirko POLONI (collaboratore tecnico AlbinoLeffe): 6 mesi in continuazione alla squalifica di 12 mesi inflitti nel processo di fine maggio. Luigi SALA (ex calciatore): 2 anni. Marco SAVORANI (preparatore portieri Siena): 5 mesi e 10 giorni. Cristian STELLINI (collaboratore tecnico Juventus): 2 anni e 50mila euro. Questo il riepilogo relativamente all’inchiesta di BARI (tra parentesi, quando diverse dalle sentenze, le richieste della Procura federale): – Societa’ – BOLOGNA: 30 mila euro di ammenda (2 punti e 50mila euro). LECCE: esclusione dal campionato di competenza di Serie B 2012/13 con assegnazione da parte del Consiglio federale a uno dei campionati di categoria inferiore e 30mila euro di ammenda (retrocessione in Lega Pro e 6 punti di penalizzazione). UDINESE: prosciolta (50mila euro di ammenda). – Tesserati – Antonio BELLAVISTA (ex calciatore): 4 anni (9 mesi in continuazione alla squalifica di 5 anni). Nicola BELMONTE (Siena): 6 mesi (4 anni). Leonardo BONUCCI (Juventus): prosciolto (3 anni e 6 mesi). Marco DI VAIO (Montreal Impact): prosciolto (un anno). Stefano GUBERTI (Roma): 3 anni. Salvatore MASIELLO (Torino): prosciolto (3 anni e 6 mesi). Daniele PADELLI (Sampdoria): prosciolto (3 anni). Simone PEPE (Juventus): prosciolto (un anno). Daniele PORTANOVA (Bologna): 6 mesi (3 anni). Pierandrea SEMERARO (ex presidente Lecce): 5 anni d’inibizione. Giuseppe VIVES (Torino): prosciolto (3 anni e 6 mesi). – Questi i patteggiamenti accolti: – Societa’ – BARI: 5 punti e 80mila euro. PORTOGRUARO: 5mila euro. SAMPDORIA: 1 punto e 30mila euro. SIENA: 80mila euro in continuazione a penalizzazione relativa a processo su atti di Cremona (6 punti e 20mila euro). – Tesserati – Andrea MASIELLO (Atalanta): 2 anni e 2 mesi e 30mila euro di ammenda. Alessandro PARISI (svincolato): 2 anni e 10mila euro. Marco ROSSI (Cesena): 1 anno e 8 mesi e 20mila euro. Filippo CAROBBIO: 2 mesi di squalifica in continuazione. Carlo GERVASONI: 1 mese di squalifica in continuazione. Guido ANGELOZZI (ds Bari): 4 mesi inibizione. Bortolo MUTTI (allenatore): 4 mesi. Marco ESPOSITO (Pisa): 3 mesi e 10 giorni. Marcello SANFELICE (team manager Bologna): 4 mesi. Cristian STELLINI: 6 mesi in continuazione a squalifica relativa a processo su atti di Cremona (due anni e 50mila euro).

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × quattro =