Foto Antonio CastelluzzoDomenica alle  21  prende il via “Cinque di cuori”, spettacolo teatrale di e con Pierluigi Mele. Con Roberta Refolo, Daniela Santese, Elisa Cezza, Martina Costa. Coreografie a cura di Silvia De Maggio. Drammaturgia e regia di Pierluigi Mele.

In questa nuova versione dello spettacolo, già rappresentato con successo nelle recenti stagioni estive, una brigata di teatranti si ritrova per caso a Berlino e allestisce uno spettacolo sul Salento attraverso i cinque sensi. Memorie, suggestioni, nostalgie legate al vissuto di noi tutti, donate all’ipotetico pubblico berlinese che s’appresta a scoprire i nostri luoghi. Percezioni e memorie rievocate dal profumo del timo, dal sapore del grano, dal sibilo degli ulivi, dal candore della luce. Prende così vita un’esplorazione dell’anima dei luoghi, messa in scena con la passione della scoperta e la freschezza dello stupore, come se anche i teatranti fossero stranieri al Salento, convinti che a viverci troppo, nelle cose, si finisce col non vederle più. Né vengono taciute, in “Cinque di Cuori”, le brutture perpetrate ai danni della natura e della civiltà del Sud. Lo spettacolo inscena un ipotetico viaggio tra Otranto, Castro, Santa Cesarea e Leuca, intrecciando storie esemplari di persone comuni, in grado così di suggerire l’anima autentica di questi luoghi. Sono storie d’amore, fatica e follia, messe in scena con lo stile originale di Pierluigi Mele: attraverso un teatro-racconto in equilibrio con la danza. Una scena spoglia, quindi, occupata da una sedia, un fondale nero e pochi veli; è così che prendono vita i corpi e l’affabulazione.

I testi dello spettacolo sono di Pierluigi Mele, Antonio Errico, Maria Corti, Carmelo Bene, Francesco Manno. Il 6 agosto invece alle 21 si terrà la presentazione di “Salento, fuoco e fumo” con Nandu Popu (voce dei Sud Sound System).A seguire presentazione di “Tutto a posto tranne me” con Cosimo Lopalco.

La Settimana della Cultura è una rassegna a cura del Club Unesco di Otranto, in collaborazione con il Comune di Otranto, che si svolge quest’anno presso Largo Porta Alfonsina dal 2 al 7 agosto e che ha come scopo la promozione delle tematiche della pace e del dialogo tra i popoli. Si caratterizza per un palinsesto ricco di eventi, che catalizzanno l’attenzione dei numerosi ospiti della Città dei Martiri: dagli incontri con autori del panorama locale e nazionale a dibattiti e tavole rotonde, con uno spazio per l’intrattenimento musicale, il reading di poesia, il teatro, la fotografia d’autore e l’arte.