E’ sfociata nel sangue la rapina messa a segno, nella tarda serata, in un minimarket di Torre San Giovanni, marina di Ugento. La ricostruzione di quanto accaduto è ancora frammentaria e per ricostruirla a dovere sono al lavoro le forze dell’ordine, che stanno indagando a tamburo battente per acciuffare i banditi che, pur di mettere le mani sul bottino, non hanno esitato a sparare.

Tutto sarebbe accaduto in tarda serata, intorno alle 22, all’orario di chiusura dell’attività, quando due malviventi hanno assaltato il supermercato “Punto Market”, sorpendendo all’interno la titolare, Lucia Carluccio, 55enne di Ugento, ed alcuni dipendenti. Non è chiaro cosa abbia spinto il rapinatore a premere più volte il grilletto della pistola che aveva in pugno. Certo è che uno dei proiettili, esplosi ad altezza uomo, ha ferito la donna all’addome. I banditi, in ogni caso, pare siano riusciti ad allungare le mani nel registratore di cassa e a portare via i contanti, prima di fuggire a bordo di un’auto di piccola cilindrata. Dopo l’allarme, sul posto sono accorsi carabinieri e polizia, che hanno avviato le ricerche dei malviventi, che hanno agito col volto coperto da passamontagna, potendo contare sulla testimonianza dei presenti e della vittima, poi trasportata d’urgenza in ospedale, a Casarano, da un’ambulanza del 118. Le sue condizioni non sarebbero gravi e non correrebbe pericolo di vita.
Solo qualche giorno addietro, a Sogliano Cavour, due malviventi esplosero una fucilata appena entrati nella tabaccheria di via Galatina. L’allarme rapine, nel Salento, resta alto.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × 3 =