”Il lavoro estremamente positivo che sin qui abbiamo svolto sulla questione ambientale dell’Ilva di Taranto, sfociato poi nel decreto legge che affida al presidente della Regione Puglia la carica di Commissario con poteri straordinari per l’attuazione di interventi di bonifica e risanamento ambientale, deve ora proseguire nel concreto.

In questo senso le dichiarazioni dei giorni scorsi del vicepresidente della Commissione Europea, e responsabile per l’Industria e l’imprenditoria, Antonio Tajani, aprono ulteriori spiragli”. Lo dichiara il deputato del Popolo della Liberta’, Raffaele Fitto. Si tratta ”a breve periodo del possibile finanziamento, da parte della Bei (Banca europea degli investimenti ndr), di interventi finalizzati a migliorare la compatibilita’ ambientale; nel lungo periodo – spiega ancora Fitto – attraverso il Piano d’azione dell’acciaio che verra’ adottato dalla Commissione europea entro giugno 2013 ed ha tra i suoi punti cardine il perseguimento dello sviluppo sostenibile”. ”In questa prospettiva – continua – ritengo sia utile che, quanto prima, alla prossima riunione del Tavolo istituzionale, sia invitato l’Onorevole Tajani che, peraltro, ho avuto modo di sentire e che mi ha garantito la sua piena disponibilita’ affinche’, insieme con il ministro Clini, il Presidente Vendola e gli altri componenti del Tavolo, si possa aprire un confronto per valutare nel merito le opportunita’ di sostegno al lavoro che stiamo portando avanti, attivando – conclude Fitto – questa ulteriore sinergia anche con la Commissione Europea”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro + sei =