Era stata data per estinta, invece la foca monaca popola ancora le nostre acque. Un esemplare è stato fotografato a circa 35 miglia nautiche dalle coste salentine, nelle acque antistanti Baia dell’Orso, a sud di Valona, in Albania.

Il mammifero marino, un tempo presente in molte zone del Mediterraneo, oggi è classificato tra le specie in via di estinzione. È stato avvistato e da alcuni turisti italiani tra cui il professor Antonio Terlizzi, docente di Zoologia presso il Dipartimento di scienze e tecnologie biologiche ed ambientali dell’Universita’ del Salento. “E’ un fatto molto importante che la foca monaca si riveda in Albania, considerando che l’animale rischia ormai di scomparire del tutto perche’ per vivere e riprodursi ha bisogno di ambienti molto tranquilli e non antropizzati e le coste albanesi sono in gran parte inesplorate e quindi offrono un habitat ideale”, ha dichiarato Terlizzi. “L’ultimo avvistamento della foca monaca documentato fotograficamente nel Salento risale al 1974 e’ fu fatto da un gruppo di speleo sub bolognesi all’interno della grotta del Ciolo, nei pressi di Santa Maria di Leuca – aggiunge il professor Genuario Belmonte, direttore del Museo dell’Ambiente del Disteba leccese- si puo’ anche immaginare che l’animale possa ritornare sulle coste salentine, ma questo processo non e’ favorito dalla crescente antropizzazione”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

11 + diciannove =