La presunta mancanza di bagni pubblici a Lecce e le conseguenti polemiche scaturite, hanno indotto l’assessore alle politiche ambientali, Andrea Guido a precisare sull’installazione di bagni chimici nei punti strategici della città

 

“Sono assolutamente sorpreso e amareggiato per il contenuto e il tono dell’articolo apparso oggi sulle pagine di un noto quotidiano locale, relativo alla presunta assenza di bagni pubblici in città.

Tengo a precisare che in attesa che riaprano, nei primi giorni di settembre, i bagni pubblici  su viale Marconi (tuttora chiusi per una questione meramente burocratica) nella stessa area l’Amministrazione Comunale ha provveduto a far installare dall’inizio del mese di agosto un bagno chimico destinato alle donne e ai disabili e uno destinato agli uomini. Sarebbe stato sufficiente andare sul posto e volgere lo sguardo verso il Castello Carlo V per rendersi conto dell’esistenza dei due bagni ubicati a ridosso delle mura di cinta del maniero.

Vorrei ricordare, infine, che, come già annunciato – proprio per venire incontro alle aspettative e alle esigenze di turisti e residenti – abbiamo installato in alcuni punti strategici della città altri bagni chimici, segnatamente in piazzetta Panzera, a Porta Napoli e in piazzetta Castromediano.

Per queste ragioni invito i signori giornalisti ad essere più cauti prima di esprimere giudizi opinabili e divulgare all’opinione pubblica false informazioni”.