È antica la tradizione leccese che inaugura la Festa patronale del capoluogo il 24 agosto, antivigilia della solennità dei Santi Oronzo, Giusto e Fortunato. Il primo atto delle celebrazioni liturgiche della festa, al termine della solenne Undena presieduta dall’Arcivescovo, sarà la Processione presieduta da mons. D’Ambrosio

e che prenderà le mosse da Piazza Duomo – subito dopo i vespri e il canto dell’Inno Ave Oronti in Cattedrale – per attraversare alcune vie del centro.
Giunta in Piazza Sant’Oronzo, i simulacri dei Santi Patroni verranno salutati dall’accensione delle artistiche luminarie della ditta De Cagna di Maglie.
“Facciamo nostro l’appello dell’Arcivescovo D’Ambrosio – ha dichiarato Gianni Renna, presidente del Comitato Feste Patronali 2012* – e invitiamo tutti i leccesi a partecipare alla processione e non soltanto ad aspettare ai bordi delle strade per vederla passare. È un atto di fede che evoca il cammino cristiano sulle orme dei testimoni e dei martiri”.

Al rientro della processione, il tradizionale messaggio dell’Arcivescovo alla città dalla scalinata dell’Episcopio. Il Messaggio – è volontà dell’Arcivescovo – per favorire gli ammalati della città, i detenuti di Borgo San Nicola e chiunque non potrà essere presente, verrà trasmesso in diretta da Radio Orantes (Lecce fm 96.700 mhz). Inoltre, il Messaggio sarà disponibile, non appena D’Ambrosio avrà terminato di pronunciarlo, sul numero speciale di 24 pagine del settimanale L’Ora del Salento, in vendita al costo di 1 euro in Piazza Duomo.

Sul fronte del programma civile, la giornata verrà aperta da una fragorosa salve mattutina a cura della ditta Fabrizio Castelluzzo da Lecce.
Alle 9 il Gran Concerto Bandistico Città di Squinzano “O. Margilio” allieterà le vie del centro storico col vasto repertorio di marce sinfoniche non prima di essere passato a “salutare” l’Arcivescovo in Piazza Duomo (simpatica consuetudine che si ripete da tra anni, da quando D’Ambrosio è a Lecce) il quale scenderà dall’Episcopio e si tratterrà per qualche minuto con i musicisti.
Sempre in mattinata la compagnia di artisti di strada “I girovaghi” farà sorridere i bambini di Oncologia pediatrica dell’Oncologico “Giovanni Paolo II” di Lecce.
In serata, dopo la processione:
    in Piazza S. Oronzo – Lui e gli amici del re (Official cover band di Adriano Celentano)
    in Piazza Italia (Porta San Biagio) – Gran Concerto Bandistico Città di Squinzano “O. Margilio” diretto dal Maestro Concertatore Gerardo Garofalo.
Questo il programma della serata:
Elisir d’amore di G. Donizetti (su originale trascrizione per banda a cura del Maestro G. Garofalo);
Cavalleria Rusticana di P. Mascagni;
Il Canzoniere (AA.VV.);
Bolero di M. Ravel.
    in Piazza S. Croce – Miss Tia & band e a seguire Le Chuchucas Brasilian Show. Presenta Clara Longo.
    nel Teatro Romano – Commedia in vernacolo “Te Natale a Santu Stefanu” a cura dell’Associazione cult. “M. Perrotta”

*Si coglie l’occasione per ribadire che è Gianni Renna il presidente del Comitato e non il sottoscritto come erroneamente riportato da alcune testate in data odierna.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 + due =