I Finanzieri della Compagnia di Lecce, nel corso dei servizi finalizzati alla repressione della contraffazione e alla tutela del made in Italy, hanno sequestrato circa 3 mila capi di abbigliamento e altra merce prodotta illecitamente

 

I controlli, svolti a Lecce e a Trepuzzi in occasione della ricorrenza del Santo Patrono, hanno permesso di sequestrare, complessivamente, 2.957 capi e accessori di abbigliamento e 240 supporti informatici privi del marchio SIAE.

In particolare, nel corso di due perquisizioni locali effettuate nei confronti di due cittadini senegalesi che avevano allestito nel proprio appartamento un vero e proprio bazar all’ingrosso, sono stati sequestrati 128 magliette, 527 borse, 706 etichette, 130 orologi, 452 occhiali, 25 foulards, 11 pantaloni, 251 scarpe, 242 custodie e 6 cinture tutte riportanti noti marchi contraffatti, nonché 20 DVD illecitamente riprodotti.

Altra merce contraffatta e supporti informatici illecitamente duplicati sono stati sequestrati tra le bancarelle collocate nelle vie interessate alla festa patronale di Trepuzzi. Nello specifico, sono state sottoposte a sequestro 80 borse, 25 etichette, 39 occhiali, 52 scarpe, 24 custodie tutte riportanti noti marchi contraffatti, nonché 220 DVD illecitamente riprodotti.

Sempre nel corso dei festeggiamenti del Santo Patrono di Trepuzzi, sono stati elevati 25 verbali da parte di militari della Compagnia di Lecce, per violazioni inerenti la mancata emissione dello scontrino fiscale da parte degli esercenti obbligati al rilascio.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

otto − due =