Dove sono finiti gli italiani? Sei piani per un totale di 6 mila metri quadrati, la struttura del “The Queen Elizabeth II Conference Centre”, inaugurata nel 1986 da sua Maestà in persona, rappresenta oggi l’Italia a Londra.

In occasione delle Olimpiadi 2012 per l’appunto, il Presidente del CONI, Giovanni Petrucci, ha fortemente voluto la realizzazione di questo imponente progetto destinato alla valorizzazione dell’eccellenza italiana, un modo per portare anche a Londra quello che nel 1984 è stato fatto a Los Angeles, dove la prima Casa Italia prese forma.
A due passi dal Big Ben e dall’Abbazia di Westminster, Casa Italia, accoglie atleti, tifosi, giornalisti e aziende provenienti da tutta la nazione con un unico e nobile scopo: fare dello sport un modo per esportare l’italianità.
Per la prima volta la prestigiosa sede ospiterà anche il Comitato Paralimpico e fornirà supporto ad atleti e tecnici, indiscussi protagonisti dell’evento, veri e propri eroi sportivi dediti a rendere il meritato lustro ad una nazione che ad oggi, grazie al loro impegno e alla loro abnegazione, vanta già 7 ori, 5 argenti e 4 bronzi, per un totale di 16 medaglie.
“Tre piani su sei saranno aperti al pubblico dalle 12 alle 20: la struttura dista 10 km dal Villaggio Olimpico, è facilmente raggiungibile e vuole offrire un’esperienza del nostro Paese attraverso mostre d’arte, degustazioni di eccellenze enogastronomiche e musica. Sarà anche, ovviamente, il luogo dove celebreremo la conquista delle medaglie”, ha spiegato Raffaele Pagnozzi, Segretario Generale del CONI in fase di apertura.
Le aspettative sono state ampiamente soddisfatte se consideriamo che Casa Italia è attualmente tra le mete turistiche preferite non solo da Italiani in visita a Londra per omaggiare i propri idoli olimpici, bensì da turisti provenienti da ogni parte del mondo, inevitabilmente attratti dal fascino “azzurro”.
Non ci resta che unirci alla tifoseria italiana e sostenere il nostro conterraneo Daniele Greco, 23enne salentino, che domani affronterà il salto triplo. Siamo tutti con te, anche oltremanica: FORZA DANIELE!

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre + sei =