Cominciano a dare i primi risultati le operazioni svolte dalle Forze dell’Ordine sul litorale jonico salentino. Nell’ambito della quotidiana attività finalizzata al controllo del territorio i Finanzieri della Tenenza di Casarano, in collaborazione con gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Taurisano

, hanno proceduto al controllo di diverse aree situate lungo la fascia costiera di Ugento adibite al parcheggio dei camper.
Le indagini compiute, anche attraverso accertamenti svolti presso gli organi amministrativi competenti e con l’ausilio di personale medico dell’ASL di Casarano, hanno consentito di riscontrare l’assenza per due strutture ricettive – la prima ubicata in Torre Mozza e la seconda in Torre San Giovanni – delle autorizzazioni per gli impianti di recupero, stoccaggio e smaltimento dei reflui liquidi correlabili ai numerosi camper in sosta.
Per queste violazioni è scattato l’inevitabile sequestro con denuncia a piede libero dei due gestori, una 65enne ed un 32enne del posto, i quali dovranno altresì ottemperare, nel brevissimo termine, alle ulteriori prescrizioni imposte dai funzionari dell’ASL per evitare il protrarsi di situazioni che potrebbero a lungo andare causare deturpamenti delle zone, in entrambi i casi ricadenti all’interno del Parco Naturale Regionale “Litorale di Ugento”, sito di Interesse Comunitario, gravato da vincoli paesaggistico, idrogeologico, geomorfologico e faunistico.
Inoltre, presso una delle due strutture, sono stati individuati due lavoratori “in nero”, corrispondente all’intera forza lavoro dell’azienda ispezionata.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 − 3 =