{youtube width=”400″ height=”300″}itJtIo5SIpk{/youtube}

 

Il Party Rock Salento non è solo un happening, a volte un po’ trash, che si svolge nelle discoteche pugliesi e che fa sorridere e divertire gli spettatori, ma è diventato un vero fenomeno internettiano.

L’ideatore, Giampaolo Morelli Catalano(già famoso su internet per essere stato il primo a proporre la parodia di casa Misseri), è un autentico talent scout, un po’ il Pieraccioni o il Panariello di casa nostra, che scova personaggi stravaganti, cantanti, danzatori e attori naif per trascinarli dentro le sue gag internettiane o nelle folli comparsate in spiaggia, sfregiando hit musicali del momento con testi esilaranti e un po’ grossier.
Il talento c’è. Con poche lire nascono video divertenti e satirici: è la nuova frontiera dell’intrattenimento che viaggia su “YouTube”.
Dopo i 30 mila clic  in pochi mesi di “Party Rock Salento”, parodia del video di ‘Party Rock Anthem’, che tende a dissacrare i luoghi comuni del “divertentismo leccese”, è stato pubblicato, due giorni fa, ‘Mamma che bocce’: un video estivo, che fa sorridere perché si burla dei “maschi cacciatori da spiaggia”, beffati dal mitico personaggio leccese, “Francesco Millelire”, che sorge dalle acque e porta via tutte le donne.
Il video è già un successo: piace perché è dissacrante, pieno di “antieroi”, divertente, demenziale e politicamente scorretto. «Il Party Rock Salento», come ripetono gli organizzatori della “Fularino Production”, «anche se spesso fa satira e mettere in ridicolo vizi e virtù della nostra società, ha un solo obiettivo: fare sorridere e regalare un sogno».

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

12 − quattro =